Il modo digitale C4FM Fusion è lo standard introdotto da Yaesu per comunicazioni digitali tra radioamatori. Il sistema utilizza la modulazione C4FM (4-level FSK Technology) per trasmettere in digitale sia voce che dati sulle bande radioamatoriali. I ripetitori FUSION sono operativi anche con il modo FM tradizionale per compatibilità con i vecchi apparati analogici. Possiamo pensare ai vari ripetitori anche interconnessi tra loro attraverso la rete internet, quando possibile. In questa funzionalità si va oltre l’utilizzo “locale” (di zona) ma è possibile parlare (fare QSO) anche con altre città e regioni (e nazioni), in gergo tecnico si dice “Room” o stanze che accolgono la connessione di più ripetitori fino a creare una conferenza. In questo testo cercheremo di spiegare molto semplicemente i primi passaggi per iniziare a parlare su di un ponte ripetitore C4FM (per le specifiche configurazioni degli apparati si rimanda ai relativi manuali d’uso). Oltre agli impianti ripetitori (ascoltano su di una frequenza e trasmettono su di un’altra per offrire ampia copertura, generalmente situati sulle colline) esistono i “nodi”, ovvero punti di accesso che operano su singola frequenza (simplex) e vengono generalmente attivati presso private abitazioni per fornire accesso al network digitale. Iniziamo.

Accendo la radio digitale YAESU per la prima volta e inserisco il nominativo radioamatoriale. E’ necessario per essere identificati sul network. Non servono suffissi aggiuntivi o caratteri non convenzionali, la semplicità prima di tutto, solo lettere e numeri del proprio nominativo assegnato dal Ministero.

 

Inserire il proprio nominativo (callsign) nell'apparato radio digitale Yaesu

Foto sopra riferita a configurazione radio ricetrasmittente Yaesu FT-400 veicolare per uso mobile.

 

A questo punto seleziono la modalità DN (Digital Narrow), modalità del C4FM che trasmette in contemporanea voce e dati. Poi interrogo il ponte ripetitore dopo aver configurato la frequenza di ricezione/trasmissione opportuna. Se ho un apparato FT-400 terrò premuto il tasto DX per avere conferma della Room attualmente in uso, il ricetrasmettitore risponderà con CONNECT. Ogni apparato radio ha una sua visualizzazione e sequenza operativa di tasti per il colloquio con il ponte ripetitore perchè variano le caratteristiche fisiche e funzionali del dispositivo; per tale motivo occorre leggere con attenzione il manuale d’uso specifico. L’interrogazione del ripetitore non è obbligatoria, ma utile per capire dove andrà la nostra voce perchè generalmente i sistemi collegati ad internet sono sempre connessi a delle stanze di conferenza.

 

Yaesu portatile C4FM FT 70

Foto sopra riferita al ricetrasmettitore portatile Yaesu FT-70

 

Se non ho esigenza di cambiare Room (stanza) posso iniziare a trasmettere dopo aver fatto un primo ascolto: devo capire se il ponte ripetitore è già occupato da altri. E’ una regola importante sempre prima ascoltare, e quando si parla attendere alcuni secondi prima di premere il PTT (andare in trasmissione) per dare spazio ad altri colleghi di intervenire e/o annunciare la loro presenza e comunque far si che tutti i sistemi interconnessi tra loro siano allineati e liberi. Se invece il ponte è libero (non usato da altri localmente) e voglio cambiare Room per parlare ad esempio con un’altra regione posso quindi ricercare nella lista che mi invia il sistema la nuova destinazione, o se conosco, inviare la sequenza DTMF (link a video esplicativo, in inglese) che identifica in maniera univoca una Room.

 

FT 991 YAESU ricerca rooms FT 991 ricerca manuale delle room

Foto sopra riferite al ricetrasmettitore YAESU FT-991 con visualizzazione delle Room selezionabili, si preme sul display per confermare la scelta o per la ricerca testuale

 

Selezionando una specifica stanza il ripetitore si collegherà ad essa e ogni mia trasmissione verrà inoltrata a quella specifica conferenza. Allo stesso modo posso anche disconnettere un ripetitore ed usarlo “in locale”, quindi senza nessun collegamento verso internet (premo il tasto ‘*’ -asterisco- sul microfono). I sistemi digitali C4FM sono attualmente gestibili su due network e di conseguenza i ponti ripetitori sono agganciati ad uno o all’ altro sistema quando è presente una connessione internet sull’impianto. Vi è il network Wires-X Yaesu Fusion dove generalmente sono collegati i ponti Yaesu originali, e il network YSF fatto su software open source e ripetitori autocostruiti (MMDVM). Su internet posso trovare molte informazioni sull’ubicazione dei ponti, dei nodi e dei relativi collegamenti ai network.

 

FT-400 opzioni avanzate in digitale FT 400 Fusion distanza tra interlocutori

Foto sopra riferite alla radio FT-400 con selezionata la modalità GM (Group Monitor). E’ una funzione presente nel Fusion che controlla automaticamente se gli utenti di un gruppo memorizzato nella radio sono dentro o fuori portata e visualizza sullo schermo informazioni come la distanza e la direzione.

5 pensieri su “Il primo QSO in C4FM/Fusion

  1. Andrea Amoroso dice:

    Ben fatto! Siete uno dei pochi rivenditori che fa un po’ di cultura oltre che vendere.
    Salutatemi il Sig. Paoletti, se si ricorda ancora di me dopo tanto tempo: sono stato il direttore di Novelradio (importatore ricetrasmettitori Standard) fino al 1993. Poi sono diventato un freelance (vedere linkedin) con una rete di consulenza in telecomunicazioni.

    • Paoletti Ferrero dice:

      Grazie Andrea per il suo commento, siamo molto contenti di portare la nostra esperienza e che qualcuno apprezzi tale sforzo. Le salutiamo senz’altro il Sig. Paoletti. Una buona giornata 🙂

  2. franco dice:

    Buongiorno,
    sono in possesso di un yaesu ft-70 volevo sapere
    se con questo portatile posso accedere a tutte le funzionalita’
    connesse al sistema fusion della yaesu
    so che ha la modulazione c4fm ma pero’ posso fare qso accedendo alle room
    con questo portatile
    oppure e necessario l’uso, rimanendo nel mondo dei portatili, dello yaesu ft3?
    scusatemi ma sono alle prime armi
    grazie
    franco bonomi

    • Paoletti Ferrero dice:

      Buongiorno Franco, sicuramente con il portatile FT-70 si può accedere a tutto il mondo YAESU radioamatoriale, Wires-X e YSF. Occorre collegarsi attraverso un ponte ripetitore (o hotspot) ad una specifica “Room” tra tutte quelle disponibili. Questo perchè è il ponte ripetitore ad essere connesso al server/network. Il portatile FT-70, dopo aver inserito il nominativo radioamatoriale, trasporta la voce (in digitale) all’impianto ripetitore e questo verso la “Room” (Stanza di conferenza) connessa. Su internet ci sono varie guide/video e articoli che spiegano come “comandare” il ponte da una ricetrasmittente affinchè si sposti all’interno delle stanze di conferenza sul network. Cordiali saluti.

      • franco bonomi (IU3KIU) dice:

        Grazie per la risposta,
        mi ha chiarito alcuni concetti base,
        quello che non trovo nell’FT-70 e il tasto per connettersi
        ad una room ad esempio nell’ft-3d mi sembra di aver letto che e il tasto X
        che e bene evidente nelle foto, nell’FT-70 non so quale sia
        boh avro letto male le istruzioni. Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *